11 gen 2016

Stelle ai Carciofi con Burro di Pinoli e Parmigiano


Non sono brava con la pasta ripiena, in compenso sono bravissima a fare il pesto. Faccio il pesto con qualsiasi cosa e mi riesce quasi sempre. Senza false modestie, perché il pesto è facilissimo da preparare, quindi non è che sono brava, mi limito a tritare. No, non uso il mortaio, ci mancherebbe, ho dei progetti di vita, io.

Questo è un pesto un po’ particolare, perché, anche se tutti gli ingredienti solidi sono polverizzati, ho frullato i pinoli più a lungo del dovuto, in modo da non ottenere la consistenza grezza tipica di questo condimento, ma una sorta di burro, come potrebbe essere quello di arachidi o di mandorle. Il risultato è irresistibile, scioglievole, struggente, confortante e irrimediabilmente untuoso, puoi vedere i lipidi che ti accarezzano i fianchi e vanno a piazzarsi subito sotto, è affascinante.


Con i carciofi, lo sanno tutti, ci va lo Chardonnay. Solo lo Chardonnay. Non lo so perché, ma io eseguo, mi hanno insegnato a fare così e non discuto, ogni tanto mi passa la voglia anche di pensare. Immagino che la scelta più opportuna sia uno Chardonnay siciliano delle Cantine Settesoli , perché questo vitigno, così resiliente, pronto ad adeguarsi alle condizioni climatiche e di terroir e a stravolgere completamente la propria personalità, pur di ingraziarsi il suo pubblico, nel Sud si adatta alle temperature baldanzose e alla veracità della gente, sovrastando il caratteristico profumo acidulo di frutta bianca, presente solo al primo impatto, con un bouquet di fiori esotici, mango e ananas, seguiti da una gradevole tostatura sul finale. L’acidità è presente, ma scaldata dal sole isolano, a renderlo beverino sono soprattutto la buona sapidità e l’armoniosa rotondità. 


Ingredienti:

Procedimento:
Inserisci i pinoli in un mixer potente e frullali a lungo finché non avranno rilasciato gli oli in essi contenuti, formando una pasta. Per non surriscaldare il mixer, esegui questa operazione in più riprese, fino ad ottenere una crema densa (appunto il burro di pinoli).
A parte, grattugia il parmigiano e mescolalo con i pinoli frullati, poco sale e l’olio sufficiente a rendere fluido il composto.
Cuoci le stelle secondo le istruzioni sul pacchetto e condisci. Servi con una manciata di pinoli e una macinata di pepe per guarnire.

8 commenti:

Emanuela Calciati ha detto...

Questa ricetta così semplice e delicata la proverò sicuramente. Il tuo nuovo modo di cucinare fa parte nel mio modo di vivere. Un abbraccio

Emanuela Calciati ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Dolci a gogo ha detto...

Questa pasta è favolosa e il pesto di pinoli trovo perfetto abbinato ai carciofi del ripeino!!Un abbraccio,Imma

elenuccia ha detto...

Mi hai fatto troppo ridere, "puoi sentire i lipidi accarezzarti i fianchi". Sembra interessante :-D

Elena Siano ha detto...

Tu adori fare i pesti..io sono golosissima nel mangiarli....con i pinoli frullati al massimo questi ravioloni ai carciofi tentano troppo...chi direbbe che son passate feste a mangiare...ah, ah!!

Ely Mazzini ha detto...

Fantastico quel condimento al burro di pinoli, credo si sposi davvero bene con il ripieno di carciofi, brava Serena!!!
Un bacione

speedy70 ha detto...

Delizioso questo condimento, un piatto raffinato!!

voyance gratuite par mail ha detto...

Eu não ter tempo suficiente para ler você, mas toda vez que eu sempre aprender um pacote! Vou usar este verão para fazer tudo isso! Em suma tudo isso para dizer-lhe obrigado por todas essas dicas !!