08 set 2017

Peperoni Ripieni di Tonno, con Acciughe, Uvetta e Semi di Finocchio


Associo le verdure ripiene alla fine dell’estate, anche se, ovviamente, quando ero bambina, in Calabria le mangiavamo sotto l’ombrellone per ferragosto… ovviamente scherzo, negli anni ’70 in Calabria nessuno mangiava sotto l’ombrellone: all’ora di pranzo si tornava a casa, si consumava un pasto completo e poi si faceva la siesta, fino alle 17.
Forse un tempo faceva più fresco e accendere il forno in Agosto era ragionevole, forse le case erano più grandi e il calore si disperdeva, fatto sta che ricordo una distesa di teglie, padelle e terrine, perché si preparavano più verdure alla volta e ciascuna aveva il suo ripieno: tonno per i pomodori, macinato per i peperoni, ricotta per le zucchine, pomodoro, mozzarella e capperi per le melanzane (queste ultime venivano previamente fritte).
Un altro motivo per cui riservo queste preparazioni al settembre inoltrato, è che, nel pieno della bella stagione, gli ortaggi sono polposi e sodi e mi fa piacere consumarli crudi, quando possibile, o in purezza, mentre in queste settimane sono meno croccanti, diciamo pure che cominciano a raggrinzirsi e occorre acconciarli un po’ per restituire loro una dignità, ma è facile trovarli in offerta.
Non stupirti troppo, quindi, se nelle prossime settimane troverai altre proposte del genere, al punto che potrò sembrare ripetitiva, ma, da un pezzo, la stagionalità sulla tavola della gente comune la fa il portafoglio.

Ingredienti:

Procedimento:
Lascia l’uvetta in ammollo in acqua tiepida per una ventina di minuti.
Lava i peperoni, tagliali a metà in senso longitudinale ed elimina i semi e i filamenti interni. Condiscili con un filo d’olio e un pizzico di sale e infornali a 180° per 30 minuti, con l’interno rivolto verso l’alto.
Nel frattempo prepara il ripieno: sciogli le acciughe a fuoco basso con un goccio d’olio e, nella crema che si formerà, aggiungi i semi di finocchio e fai appassire la cipolla. Successivamente, inserisci quest’ultima, con il suo fondo di cottura, nel boccale del frullatore, insieme al tonno, alle olive e all’uovo e lavorali fino ad ottenere un impasto grossolano, a cui incorporerai i fiocchi d’avena e l’uvetta scolata.

Distribuisci questo composto nei “gusci di peperoni” precotti e ripassali in forno per altri 20 minuti. 

3 commenti:

speedy70 ha detto...

Molto gustosi questi peperoni, ottimi!!!

Simo ha detto...

mannaggia a me che non digerisco assolutamente i peperoni...mi fanno una gola, devono essere la fine del mondo...
Bacio Sere!

Elena Siano ha detto...

Se ripenso alle mie estati erano mia nonna e mia zia che infornavano teglie di pasta al forno per più di venti persone e si andava al mare per poi consumare il pranzo in pineta....ma loro altro che tempo fresco e grandi stanze....si svegliavano abitualmente alle 5.00 ... certo che potevano accendere il forno o friggere... i peperoni ripieni sono la mia passione...hai ragione...fuori stagione costano un botto....