16 nov 2017

Torta di Mele Irlandese


Nello scrivere questo post, confesso di essere un po’ emozionata: tra meno di 24 ore la mia fida ‘500 starà serpeggiando sulla Variante Apecchiese, per addentrarsi nel cuore dell’Appennino Marchigiano. Per i dettagli ti invito a continuare a seguirmi, perché la prossima settimana ti inonderò di reportage fotografici e non.
Per il momento mi limito a qualche riflessione su quello che sto provando in questo istante: malgrado siano passati poco più di tre mesi dal mio ritorno dalle ferie, mi sento addosso una fastidiosa sensazione di staticità. Forse perché quello in Croazia non è stato esattamente un viaggio, ma un soggiorno, una permanenza, rilassante, direi riposante, ma poco stimolante da un punto di vista intellettuale. Senza contare che c’ero già stata.

Per quanto sia allergica a qualsiasi attività fisica, mentalmente ho bisogno di input continui, di dedicarmi ad attività che mi arricchiscano culturalmente, che mi facciano scoprire qualcosa di nuovo, fosse anche una ricetta, un’usanza, un paesaggio. L’ampliamento delle mie conoscenze va di pari passo con quello del mio snobismo intellettuale, che in parte è una forma di difesa, il mio unico baluardo che mi permette di sentirmi superiore quantomeno in un ambito, nelle situazioni in cui mi sento “bullizzata” (sì, quando il mio interlocutore non li coniuga correttamente correggo i verbi a voce alta).

Sintetizzando, amo dedicare i miei  momenti liberi a quello che i latini definivano otium litteratum e questo mi porta a sentirmi felicissima, incuriosita e, finalmente, viva per l’imminente weekend in un posto sconosciuto: sarebbe bello poter viaggiare, anche in scala ridotta, più spesso, perché, per quanto si possa spaziare con la mente, farlo fisicamente, trovarsi in ambienti nuovi, vedere luoghi diversi, panorami totalmente estranei a quelli a cui siamo abituati, è profondamente salutare.
E quando penso a una vista mozzafiato non posso fare a meno di pensare all’Irlanda, un paese dove si collocano alcuni dei miei ricordi di viaggio più belli e anche golosi.
Quella che segue è la ricetta irlandese tradizionale per la torta di mele, a cui ho apportato qualche lievissima modifica nell’uso delle spezie (nella versione originale si usano zenzero e noce moscata) e del limone al posto del latte. Il risultato è un dolce profumatissimo, umido all’interno e deliziosamente croccante di caramello in superficie.


Ingredienti: 

Procedimento:
Elimina il torsolo delle mele e tagliale a cubotti piuttosto grossolani.
Setaccia gli ingredienti in polvere, unisci il burro fino a formare delle briciole, come per un crumble, e incorporale alle mele, finché non ne saranno rivestite.
Sbatti le uova con il limone e versa il composto su quello a base di mele, continuando a mescolare, finché non otterrai un impasto grumoso e piuttosto denso.
Rovescialo in una tortiera di almeno 26 cm di diametro (se ne possiedi una più grande, usa quella) sporcata d’olio sul fondo e sui laterali e inforna a 180° per circa 45’ (ma, trascorsi i primi 20’, verifica spesso lo stato della cottura con uno stuzzicadenti). Spolvera la superficie della torta con lo zucchero rimasto e ripassa la torta sotto il grill, impostato alla massima temperatura, finché non sarà caramellato.

7 commenti:

Laura Soraci Profumo di Sicilia ha detto...

Che profumo che emana questa torta basta solo leggere gli ingredienti che la compongono... te ne avanza una fetta che io la gusto volentieri per merenda! Aspetto con ansia di sapere dove vai di bello.... A presto LA

Federica ha detto...

curiosa di scoprire quale sarà la tua meta e altrettanto curiosa di provare questa torta di mele zenzerosa che profuma di buono. un bacione

Elena Siano ha detto...

Mai dire no ad un viaggio e ad una torta di mele....

lucy ha detto...

Alle torte di mele mai dire di no!!

elenuccia ha detto...

Allora prima di tutto buone vacanze. Il mio lavoro non è che sia sto granché ma devo dire che ha un grande vantaggio, ed è che mi permette di viaggiare molto. Ogni tanto quando sono in giro mi viene addirittura da pensare che non mi dispiacerebbe potermene stare un po' a casa in tranquillità ma poi poco dopo mi ritorna voglia di andare altrove.
Io adoro le torte di mele e questa mi ha davvero conquistato. Soffice e rustica come piace a me. E cosa deve essere quella crosticina sopra...

Simo ha detto...

allora aspetto foto eh?!
Intanto mi godo una fetta di questa delizia....
Bacione

spuig Maurice ha detto...

Tres interessant!!! Je l'ai mis dans mon bookmark!
voyance par mail gratuite